Chi siamo

  

L’IC1 nasce il I settembre 2012 per delibera dell’Ufficio Scolastico regionale, in accordo con il Comune di Pescantina e raccoglie tutti i gradi dell’istruzione del primo Ciclo: dall’Infanzia alla Secondaria, con alunni dai tre ai quattordici anni.

     

Il mantenimento di due Istituti nello stesso Comune era stato fortemente voluto anche dalle Dirigenti scolastiche, nella consapevolezza di poter in questo modo continuare ad offrire alle famiglie un servizio di qualità che i grossi numeri rendono difficile. L’intreccio tra i diversi plessi degli Istituti Comprensivi 1 e 2 presenti nel territorio del Comune di Pescantina impone però una sfida educativa: costruire una continuità verticale attiva e feconda tra i tre gradi scolastici dei diversi istituti e dialogare per la necessaria continuità orizzontale con genitori ed enti presenti sul territorio.

  

   

MISSION 
   
Il bambino, la bambina, il ragazzo, la ragazza… al centro!

   

Nella scuola si guarda al bambino e alla bambina che crescono e che diventano ragazzo e ragazza; sono posti al centro dell’azione educativa e diventano quindi protagonisti del loro apprendere. La prima attenzione è rivolta alla persona affinché ciascuno si senta parte attiva nella relazione educativa e nell’apprendimento, riconosciuto nelle potenzialità individuali e sostenuto nelle incertezze personali.

  

Accoglienza e attenzione al benessere

In un clima di accoglienza, di benessere e di accettazione reciproca i bambini e i ragazzi hanno la possibilità di riconoscere se stessi e gli altri come persone, con limiti e punti di forza, e maturare insieme un atteggiamento di fiducia nell’essere umano.
Ciascuno si scopre unico e diverso dall’altro e viene incoraggiato a riconoscere e accettare la propria originalità/diversità. In questa ottica il singolo è risorsa per la comunità e la comunità sostiene i singoli, ne accompagna la crescita, verso un progetto più ampio, in una prospettiva di educazione continua, per tutto l’arco della vita

  

  

Approccio ICF
    

Questo approccio è particolarmente funzionale all’inclusione delle disabilità, e si rispecchia nei criteri ICF per un ambiente facilitante (l’ICF è la classificazione del funzionamento, disabilità e della salute, in inglese International Classification of Functioning, Disability and Health, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che pone particolare attenzione ai fattori contestuali e ambientali facilitanti).

    

I gifted e gli alunni eccellenti
     

Il nostro istituto ha intrapreso con passione un cammino di scoperta e valorizzazione di tutti i talenti, talvolta nascosti, dei propri alunni, anche di quelli con alto potenziale cognitivo (gifted children), che spesso non vengono riconosciuti e valorizzati.
L’adozione di metodologie attive nella conduzione del gruppo classe favorisce l’inclusione e la piena espressione di tutti, nella diversità di ciascuno (la normalità è l’eterogeneità). A ciò si aggiunge una ulteriore attenzione, e cioè quella verso il potenziamento tutti quegli alunni che, pur non avendo iperdotazione cognitiva, sono veloci e sicuri nell’apprendimento e hanno diritto ad esprimere le proprie capacità al meglio, correndo alla propria velocità e raggiungendo risultati di eccellenza.

Allegati
REGOLAMENTO DI ISTITUTO IC1.pdf